Padel World Press - Oggi Padel World Press Viaggiamo negli uffici di uno dei marchi leader nel mercato mondiale della pagaia. Star Vie apre le porte di quella che è la sua casa in modo che possiamo conoscere in profondità qual è lo spirito della firma della stella, come viene prodotto il suo prodotto e quali novità avrà il futuro.

E per conoscere tutte queste informazioni di prima mano ci viene messo a disposizione Alberto Mancho, direttore di fabbrica e responsabile del processo di fabbricazione di ognuna delle pale dell'azienda spagnola che vanno sul mercato.

Un Alberto che analizza, riflette e studia come è il mercato, quali sono le esigenze Star Vie migliorare la percezione dei loro prodotti e questo è chiaro e conciso sullo stato del mondo del paddle tennis e che non ci sono progressi per 2020 nel marchio spagnolo.

PWP - Cosa differenzia Star Vie dagli altri marchi sul mercato?

AM - Il mercato, in generale, è di produttori asiatici. Ci sono marchi 200, forse ora meno, che vendono un prodotto molto simile. Durante la produzione qui, in Spagna, lavoriamo con materiali delle massime garanzie, con specifiche tecniche che ci consentono di costruire una pala da paddle con determinati parametri.

PWP - E cosa influenza?

AM: consente di sapere qual è la sua durata prima che inizi a perdere benefici.

PWP - Quanto è decisiva la produzione in Spagna?

AM - Ci consente di gestire il processo di fabbricazione, i materiali e il prodotto che realizziamo. Controlliamo costantemente quali materiali riceviamo e ciò ci consente di avere una produzione regolare e più stabile.

PWP: influenza la produzione del prodotto?

AM - Senza dubbio. Tutte le lame sono realizzate con lo stesso processo, la stessa temperatura e gli stessi componenti. Inoltre, ogni X pale, rompiamo e controlliamo come funzionano questi materiali. Questo è possibile solo perché la nostra produzione è un processo manuale.

PWP - Quali processi esegui per controllare tale produzione?

AM: ci sono due processi: produzione e gameplay. Nel primo, modelliamo una pala, la tagliamo in sezioni e vediamo se ogni parte è ben fabbricata e risponde ai parametri previsti. Quindi sappiamo che soddisfa i requisiti di cui abbiamo bisogno in modo che non si rompa. Quindi, per controllare i cosmetici, subiamo un processo di lavaggio di 24 o 48 ore e successivamente un operatore lo pulisce per sapere che è stato come dovrebbe essere. Se non lo fosse.

PWP - Ma essendo un processo manuale ci possono sempre essere errori ...

AM - Sicuro. Un lavoratore potrebbe sbagliarsi o un materiale potrebbe fallire. C'è un fattore umano che influenza, ma così possiamo controllare tutta la produzione. Ogni sei mesi facciamo uno studio esauriente di ogni processo.

PWP - Parli molto di durabilità e questa, appunto, è una delle parti più temute da molti marchi. Qual è il tuo tasso di rottura?

AM - Va all'anno. In 2019 siamo al di sotto del 1 percento.

PWP - È molto al di sotto di ciò che la produzione può offrire in Asia?

AM - Tieni presente che la pala asiatica offre grandi risultati estetici, ma non manifatturieri. Questi possono avere un'ottima giocabilità, ma ciò non significa che garantisca una lunga durata.

«Producendo Star Vie in Spagna possiamo controllare la qualità del prodotto»

PWP - Il processo di produzione è così evidente nel gameplay?

AM - Le pale asiatiche hanno un'ottima giocabilità, ma i materiali vengono sollecitati molto rapidamente. Di solito, a sei mesi, la pala non si comporta allo stesso modo e nota che la palla non esce allo stesso modo, non "fa correre" la palla o sembra di lasciare la spalla.

PWP - E cosa li fa consumare?

AM - Di solito c'è una grande azione di marketing dietro.

PWP - Ma allora è un problema dell'utente o dei marchi?

AM - È comune e in qualsiasi settore è fatto. Nella pagaia puoi vendere il gameplay, il prezzo o i materiali con cui è stato prodotto. Il problema è che c'è una grande mancanza di conoscenza da parte dell'utente di ciò che viene acquistato.

PWP - C'è una brutta endemia del mercato dei paddle che è la sfiducia dell'utente. Cosa pensi che Star Vie porti a spezzare questo handicap?

AM - Innanzitutto, il gameplay. Una cosa è che con i materiali che produciamo ti piacciono le sensazioni che le nostre lame trasmettono e un'altra è che sono giocabili.

PWP - Ma le pale di Star Vie sono considerate robuste ...

AM - Ma non è vero. Produciamo tutti i tipi di pale e sempre in carbonio. In realtà, sono pale in morbida fibra di carbonio. Distinguiamo solo tra quelli che presentano sollievo e quelli che non variano solo nel prezzo a causa del processo di rugosità attraverso l'accumulo di resina epossidica che entra nello stampo stesso.

La collezione di paddle paddle Star Vie 2019. | Foto: Star Vie
La collezione di paddle paddle Star Vie 2019. | Foto: Star Vie

PWP - Ma ciò non significa che siano difficili o no.

AM - Chi desidera una pala morbida può passare alla fascia di prezzo più bassa. Occhio, non peggio. Ma l'utente cerca più di 250 euro perché lo associa al fatto che è meglio.

PWP - Hai citato un altro dei grandi mali della pagaia. L'utente medio pensa che a un prezzo più alto la lama sia migliore ...

AM - Questo non è vero ed è uno dei più grandi errori sul mercato. L'unica vera differenza è che quella pala di 300 euro è quella che ti è costata di più per produrla per materiali, tecnologie o tipo di vernice. Il carbonio, ad esempio, è molto più costoso della fibra di vetro.

PWP - Parlando di carbonio e fibra di vetro, la durata dell'una e dell'altra è reale?

AM - No. Il carbonio non deve durare più a lungo della fibra di vetro. La fibra di vetro è solo un materiale più elastico che fornisce altre sensazioni.

«Due anni fa Star Vie ha cambiato la sua politica dei prezzi»

PWP - Tornando al mercato dei paddle, hai recentemente stabilizzato la tua politica dei prezzi, perché?

AM - Due anni fa abbiamo deciso di non voler seguire quella politica di sconto del 50 percento della partenza e l'abbiamo modificata. Ora posizioniamo il prezzo all'interno di ciò che regola il mercato e con le regole del mercato a un prezzo più stabile.

PWP - Pensi che la politica dei prezzi esistente sia sostenibile? Perché ci sono molti utenti che criticano il costante aumento dei prezzi.

AM - Rimarrà finché il mercato lo permetterà. Dietro quegli euro 300 che un prodotto costa c'è una grande scommessa sul marchio, sui giocatori o sulla ricerca e sviluppo.

PWP - Ma ci sono già nuovi attori che tendono a farlo a basso costo.

AM - Questo è già successo in altri settori e di solito non finisce bene. È vero che tende a regolare il prezzo, forse anche a qualcosa di più basso, ma alla fine ciò che sta dietro un grande marchio è un servizio di produzione, garanzia, attenzione ...

PWP - Cosa pensi che un marchio dovrebbe dare all'utente di consigliarlo?

AM - Sarebbe perfetto per un utente dirti con quale pala sta giocando e quindi essere in grado di guidarlo. Quindi potremmo dirti quale modello ti si addice o quale puoi fare una piccola transizione. Le informazioni su entrambi i lati sono molto importanti.

PWP - Sei uno dei pochi marchi che mostrano la tua fabbrica, mostra?

AM - Veniamo dalla produzione all'esterno e abbiamo appena superato quelli di Caino, scusa. Quindi, abbiamo fatto un passo avanti. La grande differenza è che non si può mai dire di una pala Star Vie che non ha qualità. Potrebbe non soddisfare ciò che ti aspetti, ma non che non sia un prodotto di qualità.

PWP - Come pensi che l'utente veda Star Vie?

AM - Penso che ci veda come un marchio di alta qualità, ma qualcosa di costoso. Ecco perché abbiamo abbassato il prezzo finale. Ci manca, forse, qualche immagine rispetto ad altri marchi.

PWP - Ma per quello hai firmato Stupaczuk.

AM - Senza dubbio. La pala di Franco sta riscuotendo un grande successo quest'anno. Come con Matías Díaz.

Franco Stupaczuk, grande firma di Star Vie in 2019. | Foto: Star Vie
Franco Stupaczuk, grande firma di Star Vie in 2019. | Foto: Star Vie

PWP - Quali sono le grandi novità che hai incorporato questo 2019?

AM - Sicuramente S2 e Filava. Questi sono due materiali che migliorano la resistenza della lama e ne aumentano significativamente la durata. Aiutano, e molto, nei rinforzi nel gioco.

«In 2020 ci saranno due nuovi modelli con nuove forme»

PWP - Ci saranno novità per 2020?

AM - Stiamo lavorando su diverse tecnologie e sullo sviluppo della lama. Ma sì, ci saranno sorprese.

PWP - Puoi dirci qualcosa?

AM - Avremo due nuovi modelli. Due nuovi modi con alcune nuove tecnologie. Lo lascerò lì (ride).

PWP - Facciamo un salto in avanti di cinque anni. Dove va la paletta?

AM - Per me, a dire il vero, quello che mi piacerebbe poter togliere la pagaia. Con lettere maiuscole Un prodotto che con i migliori materiali potrebbe offrire tutte le sensazioni che un giocatore cerca: potenza, controllo e potenza della palla.

* Puoi seguire tutte le notizie del mondo della pagaia nei nostri profili di Facebook y Twitter così come iscriversi al nostro Newsletter Notizie quotidiane

Commenti

Commenti

condividi
articolo precedenteBela e Tapia debuttano con la vittoria
articolo successivoVirseda e Villalba eliminano Patty ed Eli di sorpresa
Padel Word Press
Padel World Press è un giornale on line dedicato al mondo della pala che durante 24 ore al giorno, sarà responsabile di fornire l'ultimo minuto del secondo sport più popolare in Spagna. Notizie, interviste, report, analisi ... Tutti gli appassionati potranno godere della pala da un nuovo punto di vista, sempre serietà, rigore giornalistico e la conoscenza di una squadra con più di un decennio di esperienza nel mondo del paddle tennis.