"Quanto è difficile sedersi davanti al computer per scrivere questo. Doveva essere una domenica di festa per il paddle mondiale con le due migliori coppie di ogni categoria che hanno interpretato il titolo a Valladolid, ma la sceneggiatura è stata un'altra molto diversa ... ". Non perdere le riflessioni che condivide con i fan di Óscar Solé.

Padel World Press .- Le ferite di Alejandra Salazar y Fernando Belasteguin Hanno offuscato lo spettacolo, tinto di grigio quella monumentale Plaza Mayor di Valladolid. È la prima volta, in tutti questi anni in cui siamo stati sul "pianeta padel", che abbiamo visto due finali troncati a causa di feriti.

La cosa madrilena mi ha tagliato il fiato. Vedendo lei sdraiata sul tappeto mi ha ricordato subito di lesioni gravi che 9 anni 2008 in maggio, quando i suoi anni 22 è stato premiato come un paio di Carolina Navarro nel Padel Pro Tour Circuito Internazionale di Barcellona.

Tutta l'illusione di quel giovanissimo Salazar di stare con il giocatore della consacrata malagueña svanì in un plis plas. Legamento crociato spezzato e menisco, diagnosi molto dura a quel tempo, che separava le tracce per tutta la stagione e poi tornava al numero 2009 e 1 nel mondo.

Ma i colpi a questo giocatore molto forte non sono finiti qui. Ricordo anche quattro anni fa, quando soffrì di miocardite quando era in vacanza a Lanzarote ad agosto di 2013. notti Ospedale, studi, diagnosi qua e là, fino alla fine di settembre tornato al suo posto, per tenere traccia, per dedicarsi come il migliore da Iciar Montes, vincendo i Masters finale di quell'anno.

Ora, in assenza di conoscere l'entità dell'infortunio, posso solo sapere che tornerà presto, che la pelle sarà rimessa a riguadagnare quel numero 1, perché è Alejandra Salazar. È più che provato che non viene giù e che questi "colpi" più dolorosi sono ciò che la fanno tornare forte. MOLTO ALMO Ale!

Un giorno in ginocchio ...

E quando ho ancora avuto problemi a reagire, ho scoperto che il grande Bela non poteva giocare la finale a causa di una distensione nel suo ginocchio destro. Che giornata!

Secondo le sue spiegazioni nella corte di mezzo, dove è uscito per affrontare come sempre, il numero 1 del mondo ha detto che preferiva non rischiare e perdere il resto della stagione. E attenzione, che il titolo è stato giocato ... Dirai "ma ne hai così tanti"; Conoscendolo, so che non è stata una decisione facile.

Un vero peccato perché abbiamo partecipato al 'fine del tie-break', un altro grande duello che ha tenuto questa campagna contro Paquito Navarro e Sanyo Gutiérrez, che sono inarrestabili, si compenetrano e desiderosi, desiderosi, per strappare il trono.

Insomma, un triste risultato per un torneo che mantiene la sua ambientazione incomparabile, che per l'ambiente è uno dei più spettacolari, grazie alle persone, a quei pazzi paddleboard che continuano a riempire gli stand. Grazie e amici PUNTAKO!

Oscar Solé

Immagine: Tour mondiale di paddle

* Puoi seguire tutte le notizie del mondo della pagaia nei nostri profili di Facebook y Twitter così come iscriversi al nostro Newsletter Notizie quotidiane

Commenti

Commenti