Padel World Press .- L'inedita finale di questo Kungsbacka Open II è stata segnata dal malessere fisico del brasiliano Stefano Flores. La promessa di un grande spettacolo si è riflessa in campo, con una partita da capogiro in cui chi ha mostrato più aggressività ha ottenuto i maggiori dividendi.

La parità è stata massima fino alla settima partita, dove gli argentini Chiostri e Melgratti hanno interrotto il servizio dei rivali che a poco a poco hanno mostrato un calo fisico dopo le sei settimane intense di gara nel tour europeo. Flores, che ha iniziato la finale con una fasciatura al polpaccio sinistro, ha iniziato a perdere schieramento e gli argentini non hanno perdonato di chiudere il primo set 6-3 dopo un nuovo break al nono.

Nella seconda c'è stato un cambio di strategia, perché i brasiliani hanno invertito le posizioni e Julianoti ha fatto il contrario. La variante, che sembrava essere uno "schiaffo soffocante", ha lasciato perplessi i secondi favoriti. Julianoti di rovescio è stato più pericoloso rischiando e cercando di accorciare i punti per portare la partita nel loro territorio mentre Chiostri e Melgratti hanno continuato sotto il tonico di non perdonare con il loro smash insormontabile, che è stato il colpo che ha fatto la differenza per tutta la settimana.

Trovando palloni veloci su Flores e prendendo velocemente la posizione offensiva, alla fine si arriva al tanto atteso break nell'ottava partita, con un punto d'oro, che dà agli argentini la possibilità di servire e diventare campioni.

Dopo una partita in bianco in cui si sono mostrati convinti nel tempo di chiusura, un doppio 6-3 finale ha dato il titolo a un Chiostri che ha mostrato una fantastica attitudine ad adattarsi a un nuovo compagno di squadra e a Melgratti, che ha alzato per la prima volta un trofeo sul circuito APT Tour di paddle.

Fonte e immagine: APT Padel Tour

 

* Puoi seguire tutte le notizie del mondo della pagaia nei nostri profili di Facebook y Twitter così come iscriversi al nostro Newsletter Notizie quotidiane

Commenti

Commenti