Padel World Press - Il mondo del paddle tennis cerca soluzioni urgenti. Lo sport della pala è immerso in una pausa che sembra sempre più insostenibile per la vitalità della sua industria ed è per questo che dal Federazione spagnola di paddle (FEP) Hanno deciso di chiedere ufficialmente al Superior Sports Council (CSD) di praticare regolarmente paddle tennis.

Ed è che l'industria della pagaia è in grave pericolo. La pandemia di salute causata dal coronavirus ha costretto i paddle club a tenere chiuse le porte e, ora, nella fase di de-escalation, le misure adottate per alleviare queste chiusure sembrano insufficienti.

Perché è nella fase 1 quando i club di paddle possono riaprire. È la modalità di uno contro uno e per i giocatori professionisti e federati che possono essere praticati in questa fase, essendo, già nella fase 2, la stessa categoria applicabile per i profili amatoriali. Ma non è abbastanza

I club di paddle tennis e l'industria in generale sostengono che questa condizione non è sufficiente per l'apertura e che, persino, perde come presidente del Madrid Paddle Federation (FMP) José Luis Amoroto.

Questo è il motivo per cui dalla FEP hanno voluto richiedere ufficialmente al CSD di riaprire i club per praticare regolarmente paddle tennis nella Fase 2 in modo che possa presentare tale richiesta al Ministero della Salute.

Questi sono le parole complete della FEP esposto sul suo sito web:

«La Federazione Spagnola di Paddle ha lottato per il paddle tennis e per il ritorno alla normalità nella pratica del nostro sport, secondo rigorosi criteri di salute, da quando è iniziata la riduzione.

L'ultima richiesta è stata fatta in questi giorni davanti al Consiglio dello Sport Superiore, chiedendo il suo trasferimento al Ministero della Salute, in cui la FEP chiede il ritorno alla pratica della solita forma di gioco 2 per 2.

Nella lettera, il ritorno è sostenuto sulla base di una serie di criteri logici, come la superficie di gioco, 200 m2 per 4 giocatori e 100 m2 per coppia, l'implementazione di un protocollo progettato per garantire le massime condizioni igieniche per gli atleti, lo scarso contatto tra i membri della coppia, mantenendo praticamente nella maggior parte del gioco una distanza molto più alta di 2 metri tra i suoi componenti, ecc ...

Oltre a motivi puramente sportivi, è stato spiegato che essere in grado di raggiungere con la paddle 2 il regolare sviluppo del paddle tennis è di vitale importanza in campo economico.

Più di 1.200 club federati, oltre a molti altri che non sono federati, stanno subendo una perdita economica reale, che può portare alla chiusura di molti di essi, con una possibile chiusura delle strutture sportive e dei club stimata al 30%.

Se non vi è alcun cambiamento nei criteri per la fase 2, molte aziende e famiglie dipendenti da queste imprese soffriranno di una mancanza di reddito e di una situazione molto critica.

È necessario che la paletta possa entrare nella Fase 2 in piena attività, altrimenti le conseguenze saranno irreparabili per il nostro sport ".

* Puoi seguire tutte le notizie del mondo della pagaia nei nostri profili di Facebook y Twitter così come iscriversi al nostro Newsletter Notizie quotidiane

Commenti

Commenti

condividi
articolo precedenteCarolina Navarro mobilita il mondo del paddle tennis
articolo successivo'Migliora la tua pagaia': tutorial per tornare sulle piste
Padel Word Press
Padel World Press è un giornale on line dedicato al mondo della pala che durante 24 ore al giorno, sarà responsabile di fornire l'ultimo minuto del secondo sport più popolare in Spagna. Notizie, interviste, report, analisi ... Tutti gli appassionati potranno godere della pala da un nuovo punto di vista, sempre serietà, rigore giornalistico e la conoscenza di una squadra con più di un decennio di esperienza nel mondo del paddle tennis.